Four seasons… Nature and Culture of Trieste

Sentieri e storie locali attraverso 3 percorsi naturali di Trieste.

3 escursioni naturalistiche che ti trasporteranno nei Boschetti e nei Parchi triestini.

Scegli il percorso che più ti ispira e contattaci per avere maggiori informazioni sulla disponibilità dei tour!

PERCORSO 1 :
Guardiaboschi imperial-regi, giardinieri richiamati da Schonnbrun, fontanieri, gendarmi, decreti, dazi, confini, avvisi, multe, cippi e mura: al Bosco Farneto -noto fin dal 1300 come “Boschetto”- non manca proprio nulla per essere considerato un vero protagonista della storia Triestina, oggetto di ordinanze forestali e di fitta corrispondenza tra i personaggi più illustri della città e i suoi governanti.
Conteso, smembrato, custodito, re-impiantato, sorvegliato e infine dato in dono dall’imperatore Ferdinando I d’Asburgo alla municipalità, il Boschetto gode ancora oggi del solenne voto con il quale il Comune si impegnava nel 1844 a non alienarlo e a conservarlo senza abbatterlo o danneggiarlo.
Intriso di storia e di storie, il Boschetto racchiude anche un ricco patrimonio naturalistico che si svela passeggiando nella fresca penombra delle roverelle, fra carpini, frassini e robinie, ma in mezzo ad altre specie, testimoni degli esperimenti di reimpianto dei tempi andati.
La passeggiata ci permetterà di apprezzare notevoli scorci sulla città e sul Golfo,  e di scoprire la Villa del Ferdinandeo, dedicata al generoso imperatore, ma anche la Villa Revoltella, residenza estiva del Barone omonimo, imprenditore cittadino di primo piano partecipe di importanti opere di valenza internazionale come l’apertura del Canale di Suez.

DESCRIZIONE PERCORSO: itinerario ad anello su strade pedonali, in parte asfaltate e in parte sterrate attraverso il “Boschetto” di Trieste per raggiungere dapprima il Ferdinandeo e la Villa Revoltella.

DIFFICOLTA’: percorso turistico, tratto iniziale in salita da percorrere con calma,  con frequenti soste per gli approfondimenti.

DISLIVELLO positivo: 200 m ca.

DURATA: 4 ore circa

CONSIGLI UTILI:
-vestirsi con abbigliamento comodo e a strati
-indossare scarpe chiuse con suola gommata
-dotarsi di una piccola scorta d’acqua (possibilità di rabbocco solo a metà percorso)

NOTE:
– numero massimo di partecipanti:  25
–  In caso di pioggia lieve l’escursione si svolgerà lo stesso con l’uso di k-way e/o ombrelli.
– In caso di pioggia persistente si annullerà la partenza
– A metà percorso sarà possibile rabboccare le scorte di acqua


PERCORSO 2 :
E’ lungo una  piacevole passeggiata, quasi senza dislivello, che scopriremo i diversi volti del Carso Triestino: dalle forestali più frequentate da escursionisti e sportivi, ai sentieri meno battuti, in un alternarsi di paesaggi soleggiati e ombrosi, che spaziano dall’imponente visuale verso i rilievi montuosi della Slovenia, agli “interminabili spazi” dell’Alto Adriatico, verso il Golfo di Trieste, l’Istria e il Quarnero.
Pinete d’impianto, scampoli di prato, fitta boscaglia carsica e rupi calcaree ci accompagneranno lungo percorsi che datano ai tempi in cui i rapporti commerciali tra l’altipiano e la città (anche quelli più elementari come il trasporto quotidiano del latte) avvenivano con ritmi lenti, principalmente a piedi, curati dalle donne che in giornata scendevano nei rioni triestini cariche di merci e rientravano nel pomeriggio, in tempo per governare la casa e badare alla famiglia.

DESCRIZIONE PERCORSO: in direzione del bosco Globojnar percorrendo la rete del CAI su sentieri o carrarecce fino alla sella di Trebiciano e all’abitato di Conconello.

DIFFICOLTA’: percorso turistico, percorso su sentiero o carrarecce ben segnate.

DISLIVELLO: irrilevante, percorso in falsopiano.

DURATA: 7 ore circa (inclusa pausa pranzo o merenda al sacco)

CONSIGLI UTILI:
-vestirsi con abbigliamento comodo e a strati
-indossare scarpe chiuse con suola gommata
-munirsi di equipaggiamento antipioggia all’occorrenza (k-way o ombrello e scarpe impermeabili)
-dotarsi di adeguata scorta d’acqua (almeno 1 litro, nessuna possibilità di rabbocco o rifornimento lungo il percorso)
-portare occhiali da sole, crema solare e cappellino in caso di giornate calde

NOTE:
– numero massimo di partecipanti:  25
– In caso di pioggia lieve l’escursione si svolgerà lo stesso con l’uso di k-way e/o ombrelli.
– In caso di pioggia persistente si annullerà la partenza


PERCORSO 2 :

Questo itinerario permette di osservare  il Golfo di Trieste da un punto di vista curioso e inusuale, costeggiando le pieghe del bosco sovrastante Barcola e Miramare, un tempo proprietà dei Bonomo, una delle famiglie più importanti nella storia della città di Trieste.
Ci faremo strada lungo un esile e agile sentiero che scorre in una rigogliosa querceta, senza mai abbandonare la vista sul mare, osservando, nella giusta stagione, qualche orchidea spontanea e ascoltando i canti territoriali degli uccelli del bosco; attraverseremo radure assolate inebriati dai profumi delle essenze mediterranee come salvia, santoreggia e timo, e infine sbucheremo nei pressi della Vedetta Italia, un balcone naturale da cui godere uno dei più incantevoli panorami sul Golfo, nei pressi del famoso e inconfondibile tempio mariano di Monte Grisa.

DESCRIZIONE PERCORSO: dalla via Bonomea verso Prosecco, lungo sentieri e tracce di antichi itinerari.

DIFFICOLTA’: percorso turistico, con percorsi su sentieri.

DISLIVELLO: percorso in falsopiano.

DURATA: 3 ore fino a Prosecco

CONSIGLI UTILI:
– obbligatorie scarpe o scarponcini da trekking e abbigliamento comodo;
– portare con sé acqua sufficiente acqua per l’intero percorso (è presente un posto dove rabboccare la borraccia a fine percorso);
– portare con sé pranzo o merenda al sacco (non ci sono punti lungo il percorso dove comprare cibo, al di là della tappa finale se prevista)
– portare occhiali da sole, crema solare e cappellino in caso di giornate calde
– munirsi di equipaggiamento antipioggia (preferibilmente k-way e ombrellino tascabile).

NOTE:
– numero massimo di partecipanti:  25
– In caso di pioggia lieve l’escursione si svolgerà lo stesso con l’uso di k-way e/o ombrelli.
– In caso di pioggia persistente si annullerà la partenza
– A metà percorso sarà possibile rabboccare le scorte di acqua

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Four seasons… Nature and Culture of Trieste”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *